Allez au contenu Allez à la navigation

Pelle con arrossamenti e vasi capillari sensibili

Conoscerla meglio per prendersene cura al meglio

PELLE CON ARROSSAMENTI E VASI CAPILLARI SENSIBILI
Condividi

Facendo parte delle pelli sensibili e reattive, alcune presentano arrossamenti e piccoli vasi sanguigni visibili sul volto, spesso transitoriamente sebbene questo fenomeno possa aggravarsi gradualmente e le manifestazioni cutanee possano diventare permanenti.

Sommario
  1. A cosa sono dovuti gli arrossamenti visibili ?
  2. Quali sono i sintomi della couperose ?
  3. Quali sono le cause della couperose ?
  4. Chi colpisce ?
  5. Quali sono i sintomi della rosacea ?
  6. Quali sono le cause della rosacea ?
  7. Chi colpisce ?
Pelle con arrossamenti e vasi capillari sensibili

A cosa sono dovuti gli arrossamenti visibili ?

Gli arrossamenti o vasi visibili, in tutte le loro manifestazioni cutanee sono dovuti ad una anomalia del sistema venoso del volto che non funziona normalmente.

Gli arrossamenti, con o senza sensazione di calore, sono passeggeri o con una durata leggermente superiore.

Certi fattori si considerano aggravanti:

  • Variazioni drastiche della temperatura (caldo- freddo)
  • Il consumo di piatti caldi e di spezie, l'assunzione di bevande alcoliche.

La rosacea e la couperose, che è una forma di rosacea, sono frequentemente responsabili del fenomeno dell'arrossamento e dei vasi sanguigni visibili sul volto. Però non sono le uniche cause. Alcune patologie dermatologiche che mostrano vasi dilatati simulano la cuperose, alcuni rossori possono corrispondere a patologie sottostanti che vanno esaminare, alcuni farmaci possono favorire la comparsa di dilatazioni vascolari sul volto o aumentarle. In caso di dubbi, si raccomanda di consultare il dermatologo.

 

Quali sono i sintomi della couperose ?

La couperose corrisponde alla dilatazione dei piccoli vasi superficiali della pelle situati sulla superficie del derma. Il termine medico che corrisponde a queste dilatazioni vascolari è teleangectasia.

La rete dei vasi superficiali disegna una "chioma capillare" fatta di linee rosse sul volto. Alcune configurazioni di questa rete possono variare in base alle persone, al loro tipo di pelle, all'età, alla temperatura o ai cambi di temperatura interna o esterna.

I vasi saranno più o meno grandi, di un colore che va dal rosso vivo al blu violetto. La topografia del volto è variabile anche se con maggior frequenza mantiene una certa simmetria: le narici ne sono affette occasionalmente, gli zigomi sono la zona prediletta e generalmente le guance. Ciononostante, tutto il volto ne può essere colpito.

Quando le teleangectasie sono difficili da distinguire alla sola vista e predomina l'arrossamento, si parla di eritema. Logicamente, il termine generale che deriva da un'unione delle due varianti sarà la eritro-couperose.

Nella couperose talvolta si può notare la presenza di un angioma stellare: si forma a partire da un' arborescenza vascolare a forma di stella nel centro della quale c'è un punto rosso più o meno in rilievo.

Nella maggior parte dei casi la couperose non corrisponde a nessuna patologia sottostante, la sua comparsa è lenta e progressiva. Rappresenta una forma di rosacea. La rua comparsa può essere preceduta da rossori.

Altre manifestazioni della rosacea sono gli eritemi ed eventualmente le papule rosse (piccoli bottoni) e anche le pustole. L'assunzione di alcool non causa nè la couperose nè la rosacea.

 

Quali sono le cause della couperose ?

Le condizioni climatiche esterne giocano un ruolo importante dovuto al fatto che l'esposizione alle intemperie, al sole, le variazioni di temperatura esterne e lo svolgimento di una professione o di attività ricreative particolari predispongono ad una sua più facile comparsa. L'assunzione di alcool non è la causa né della couperose né della rosacea.

 

Chi colpisce ?

La pelle chiara e sottile è più propensa alla couperose.

 

Quali sono i sintomi della rosacea ?

La rosacea è una malattia dermatologica comune che colpisce solo il volto, in particolare le narici, le guance, la fronte e il mento. Può colpire anche gli occhin(rosacea oculare), sebbene accada raramente. Non si tratta di acne, anche se il termine acne rosacea che a volte ancora si utilizza, sta scomparendo. Si tratta di una malattia della pelle nota, spesso non viene accettata correttamente a livello psicologico per una ragione di pregiudizi estetici e di frequente confusione con stigmate di alcolismo cronico.

 

3 forme differenti, 3 tipi di sintomi.

  • La forma vascolare: eritrosi e couperose:
    si manifesta per la presenza di arrossamento sul viso, accompagnato o meno da cuperose (piccoli vasi dilatati sulle guance e nelle narici chiamati teleangectasia). Su queste eruzioni cutanee si possono aggiungere in maniera intermittente rossori di origine vaso-motoria o vampate, ovvero, un considerevole afflusso di sangue al volto, rapidamente risolvibile.
  • La forma papulo-pustulosa: 
    l'eritrosi si trova associata a piccoli brufoli che appaiono come lesioni dell'acne (brufoli rossi e piccole pustole ma senza comedone) presenti esclusivamente sul volto e a intermittenza. 
  • La forma ipertrofica: 
    questa forma che si caratterizza per una narice grossa deformata è molto più rara e colpisce solo gli uomini. Chiamata rinofima, non è legata al consumo di alcool, al contrario di quello che suggerisce l'opinione comune. Tutti questi sintomi danno come risultato un imbarazzo costante e una modifica della qualità della vita.

 

Quali sono le cause della rosacea ?

  • I fattori genetici: le donne con una pelle chiara delle regioni del nord Europa sono soggetti predisposti;
  • I fattori ambientali esterni: l'esposizione ai raggi ultravioletti, le variazioni di temperatura (alcuni tipi di professioni portano ad una maggiore esposizione), l'assunzione di sostanze stimolanti l'infiammazione (alcool, spezie) sono determinanti per la comparsa della rosacea;
  • Un'anomalia nel funzionamento della circolazione a livello del viso sembra essere la principale origine dei rossori;
  • Un piccolo parassita, il demodex folliculorum, presente normalmente nella pelle, sembra avere un ruolo importante in questa disturbo in quanto provoca una reazione infiammatoria.

 

Chi colpisce ?

Le donne soffrono di rosacea 3 volte di più rispetto agli uomini e la pelle chiara è la pù colpita. I sintomi compaiono intorno ai 30 anni ma l'età più comune per queste manifestazioni si aggira intorno ai 50 anni. Una caratteristica frequente della rosacea è la sua associazione con la pelle sensibile.