• Laura Janackova, Psychologist, Associate Prof., Czech Republic
    Dssa Laura Janackova, Psicologa - Repubblica Ceca.

    Resistere allo stress

    Come afferma la Dssa Janackova, il problema maggiore che può influire negativamente sulle attività quotidiane dei bambini atopici è il prurito. I bambini con eczema sono solitamente nervosi e non riescono a concentrarsi e, se si grattano, peggiorano la situazione. Il disagio cutaneo li priva della tranquillità mentale oltre che del sonno. Il bambino si risveglia frequentemente durante la notte e piange. E i genitori si esauriscono. Le lunghe ore trascorse a calmare il bambino e la sensazione di impotenza comportano un carico psicologico eccessivo abbinato ad uno stress elevato. La reazione più frequente dei genitori è l’auto-commiserazione o una maggior tensione correlata ad aggressione. Dopo diverse notti insonni, le madri possono auto-biasimarsi e dubitare di se stesse. Questo è il momento in cui è necessario l’aiuto del padre del bambino o di altri amici intimi.

    Dssa Laura Janackova, Psicologa - Repubblica Ceca.
  • Katarina Vitkova, Psychologist, Slovak Republic
    Katarina Vitkova, Psicologa - Repubblica Slovacca.

    Relax con la famiglia

    Il bambino deve percepire che le sue emozioni sono importanti per i suoi genitori che si impegnano al massimo affinché lui possa sentirsi meglio. La psicologa Katarína Vitkova raccomanda ai suoi pazienti di trovare il tempo per rilassarsi tutti assieme. 'Insegnare ai bambini come rilassarsi è positivo. Nel rilassamento consapevole, possono immaginare di allontanare tensioni, preoccupazioni, dolori e prurito collegati alla loro condizione psicologica e allo stress. Per i bambini, è sufficiente un breve momento di relax (dai tre ai cinque minuti) e non devono compiere alcuna introspezione come gli adulti.

    Katarina Vitkova, Psicologa - Repubblica Slovacca.

Insegnare ai bambini come rilassarsi è positivo. Nel rilassamento consapevole, possono immaginare di allontanare tensioni, preoccupazioni, dolori e prurito collegati alla loro condizione psicologica e allo stress

 

Come rilassarsi?

“Il modo migliore è di rilassarsi insieme ai bambini. Si può creare un’atmosfera tranquilla con musica rilassante o la diffusione di un’essenza aromatica. Noi guidiamo i bambini con le parole che abbiamo preparato o imparato in precedenza in altre situazioni. Lo scopo è di far concentrare i bambini sulla loro respirazione e le parti del loro corpo. Qualsiasi posizione sarà adatta per i bambini: lasciate scegliere a loro la più comoda.”

 

Uso di parole che aiutano

"È arrivato un momento di relax magico. Ci sdraiamo e il nostro corpo è tranquillo. Solo il busto si muove accompagnando il nostro respiro. Se non istruiamo i bambini correttamente, potrebbero trattenere il fiato. Respirare forte per farsi sentire. Respirare in modo esagerato per aiutare loro a respirare profondamente. Si possono trovare favole rilassanti, terapeutiche o curative anche online. Oppure usate la fantasia. Al termine del momento di relax “risvegliate i bambini” con una voce tranquilla o uno strumento musicale delicato come un triangolo. Sollecitateli a esprimere le loro sensazioni e a descrivere la loro esperienza. I bambini hanno un forte bisogno di questo tipo di approccio.”

Punti chiave da ricordare

  • Non farsi sovrastare dai sensi di colpa e non cercare colpevoli.
  • Ritagliare del tempo per se stessi per mantenere equilibrio e concentrazione. Fare un sonnellino con il bambino se la notte precedente non ha dormito a sufficienza.
  • Dimostrare al bambino che il suo problema è molto importante per voi.
  • Contrastare la tensione con il relax o lo sport.
  • Ricorrere, senza vergogna, all’aiuto di uno psicologo o di uno psicoterapeuta familiare.